Everything Is Whatever

by Gallo & The Roosters

/
1.
04:57
2.
3.
4.
03:44
5.
05:43
6.
7.
8.
05:40
9.
10.
11.
12.
13.

about

la vita e' un viaggio sperimentale, fatto involontariamente

Fernando Pessoa

Espressionista, grottesco e sardonico, nostalgicamente disilluso e alla ricerca di una nuova "ideologia" estetica, il nuovo lavoro da solista di Danilo Gallo e' sempre più parco di "parole" in queste microstorie, brevi per suggerire, per contrasto, universi vastissimi notturni o di luce perlacea, malesseri, irrisioni, nostalgie, rivendicazioni e assenze. Memore del percorso avvenuto in questi ultimi anni in molteplici organici realizza questo "Everything is whatever", immerso in un voluto "suono da stanzone" proveniente dagli studi "Perpetuum Mobile" di Alessandro "Asso" Stefana. La formazione è sempre quella cara al contrabbassista, puntigliosamente ricostruita perchè unica "tavolozza" sonora in grado di replicare la sua personale, irredimibile Weltanschauung, moltiplicazione del timbro del suo contrabbasso. Il risultato e' un'asciutta sintesi del percorso precedente, tra Messico, Beefheart e Berlino che si incontra con l'Onnipresente.

Grotteschi girotondi (Kosciunsko), ballad regressive e titubanti (Arthur Fellig), twist Dolphian-Umiliani (Check it Easy), catastrofiche campagne di Russia filtrate dalla lezione beefheartiana (Leon Trotzsky), serenate messicane ridotte in frattaglie con residui dei passati viaggi del primo album (Coyoacán), idiosincrasie rock (Kaputt Kravatta), autoanalisi in maschera di moltitudini claudicanti ma inesorabilmente avanzanti (Blues for Myself Mostro), requiem irridenti (Kleber) o rievocazioni postume del defunto (Las Làgrimas del Capitàn), voci dall'aldilà (Sacco e Vanzetti), poderosi hallelujah (Led You to Duncan), funk ossessionati (Pluto Platter), aspre microsuite prive di salvezza, cimitero di occasioni perdute (Zentralfriedhof Friedrichsfelde).
Il tutto coeso in un unicum timbrico e armonico perturbante.
Giovanni Natoli

credits

released January 1, 2011

​​1. KOSCIUNSKO (Danilo Gallo)

2. ARTHUR FELLIG (Danilo Gallo)

3. CHECK IT EASY (Danilo Gallo)

4. LEON TROTSKY (Danilo Gallo)

5. COYOACÁN (Danilo Gallo)

6. KAPUT KRAVATTA (Danilo Gallo)

7. BLUES FOR MYSELF MOSTRO (Danilo Gallo)

8. KLEBER (Francesco Bigoni)

9. LAS LÁGRIMAS DEL CAPITÁN (Danilo Gallo)

10. SACCO E VANZETTI (Gallo / Succi)

11. LED YOU TO DUNCAN (Massimiliano Sorrentini)

12. PLUTO PLATTER (Danilo Gallo)

13. ZENTRALFRIEDHOF FRIEDRICHSFELDE (Danilo Gallo)

DANILO GALLO double bass
ACHILLE SUCCI bass clarinet
GERHARD GSCHLOESSL trombone
ZENO DE ROSSI drums

RECORDED AT PERPETUUM MOBILE, NAVE (BS), ITALY ON MAY 15,16,17, 20011 BY ALESSANDRO "ASSO" STEFANA
MIXED BY ENRICO TERRAGNOLI AND DANILO GALLO AT GREEDY LITTLE SISTERS, VERONA, ITALY
MASTERED BY MAX TRISOTTO, PADOVA, ITALY
ARTWORK BY MASSIMILIANO SORRENTINI
PRODUCED BY DANILO GALLO Y EL CONJUNTO DEL GALLO ROJO

ALL COMPOSITIONS BY DANILO GALLO EXCEPT #8 BY FRANCESCO BIGONI, #10 BY DANILO GALLO AND ACHILLE SUCCI AND #11 BY MASSIMILIANO SORRENTINI

tags

license

all rights reserved